Casa

La Casa della Pesa di Bolzano

La Casa della Pesa è situata tra i Portici e Piazza del Grano, il nucleo più antico di Bolzano. Anche il palazzo dei principi vescovi di Trento, considerati i fondatori di Bolzano, era prospiciente la piazza. Come si evince dal nome, la piazza un tempo ospitava il mercato del grano. Oggi, grazie anche alla Casa della Pesa, Piazza del Grano è rinata, ed è diventata il nuovo punto di ritrovo nel centro storico di Bolzano.

Come la piazza, anche la casa si vanta di una storia molto lunga. L’impianto romanico testimoniano la sua notevole età, che risale all’inizio del XIII secolo. La Casa non è solo una delle più antiche, ma è anche l’unico edificio a sé stante nei portici bolzanini. Il suo nome deriva dalla sua originaria funzione di pesa pubblica, la cosiddetta “Fronwaage”. Fino al 1780 era l’unica pesa autorizzata in città, dove si misuravano e pesavano cereali e liquidi secondo le norme del commercio di allora. All’epoca, pesi e misure potevano variare da città a città e, per tenere a bada i farabutti, tutte le merci che arrivavano a Bolzano dovevano quindi essere pesate presso la Casa della Pesa. Ancora oggi si può ammirare una replica della vecchia pesa in un affresco di Albert Stolz sull’arcata tra i Portici e il Vicolo della Pesa.

Non solo a Bolzano, ma anche in altre città dove vigevano codici di commercio simili, esistevano pese pubbliche. Erano diffuse soprattutto in Germania e nei Paesi Bassi e solo in insediamenti con diritto di mercato urbano. Le case della pesa rappresentano quindi un emblema del carattere urbano di un luogo.

Il 1° gennaio 1855 nella Casa della Pesa di Bolzano, sotto il nome di “Bozner Sparkasse“, fu aperta la prima filiale della Cassa di Risparmio dell’Alto Adige. All’epoca la casa era di proprietà del c Comune di Bolzano, che quasi 170 anni dopo la vendette alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.
Parte del contratto di vendita consisteva nell’obbligo per il nuovo proprietario di restaurare l’edificio e di utilizzarlo per delle attività culturali. Come apripista di questo nuovo scopo, la cooperativa culturale “Cooperativa 19” e “Weigh Station” hanno utilizzato la casa prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione iniziati nel 2018. Durante la ristrutturazione diretta dallo studio di architettura Piller – Scartezzini sono venuti alla luce diversi dipinti murali che oggi possono essere ammirati all’interno.

In collaborazione con l’Ufficio per la tutela dei beni culturali dell’Alto Adige e i restauratori è sono state restaurate le superfici esterne: La casa oggi risplende di un intonaco bianco brillante, mentre gli infissi delle finestre e delle porte in un cosiddetto “Nero di vite” – un colore ottenuto dal legno di vite carbonizzato – offrendo così un elegante contrasto. Verso la fine dei lavori, alla luce degli interventi sulla facciata est, è stata rinvenuta un’immagine dell’aquila tirolese con la scritta “A. Dinzl – k. & k. Hof – Juwelier” che testimonia la particolare importanza della Casa della Pesa anche nella storia recente della città.

Dopo il restauro eseguito con grande cura, nel 2020 la casa è diventata il centro culturale denominato “Waag”. Waag riunisce diverse istituzioni e realtà culturali che si sono stabilite nella casa e che qui trovano spazio per creare nuovi progetti. La Casa della Pesa diventa così ancora una volta un luogo importante nella città di Bolzano e funge da trait d’union tra commercio, turismo e cultura, trasformando il grano in arte, unendo l’antico e il contemporaneo, e consolidando Bolzano come città della cultura.

DATI SUL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE

Proprietario
Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano

Progetto e direzione lavori
Arch. H. Wolfgang Piller
Architetti Piller – Scartezzini, Bolzano

Collaborazione
Arch. Florian Scartezzini, Arch. Julia Überbacher, Arch. Clemens Kubicek

Statica e sicurezza
Ing. Markus Hesse, Merano

Impianti elettrici
P. I. Stefano Pezzetta, Bolzano

Impianti termo-sanitari
P. I. Martin Schweigkofler, Bolzano

Ricerca storico-edilizia e stratigrafica
Martin Mittermair & Christiane Wolfgang

Impresa di costruzioni
Pfeiferbau, Nova Ponente

Restauratori
Gebhard KG con Verena Mumelter, Fiorella Tapparelli, Stefan Wörz

Tempi di realizzazione
Da ottobre 2018 a dicembre 2019

Costi di costruzione IVA inclusa
3.000.000,00 €

Nel 2016, Martin Mittermair e Christiane Wolfgang hanno condotto una ricerca storico-edilizia e stratigrafica per determinare le epoche e le origini dell’edificio.